Aggiornamento protocollo COVID

L’accordo sull’aggiornamento Protocollo salute e sicurezza sui luoghi di lavoro del 30 giugno 2022 fissa delle nuove linee guida per le aziende e la gestione interna della pandemia.

Una cosa che salta subito all’occhio, leggendo l’aggiornamento, è che non si fa più alcun riferimento alla mascherina chirurgica come mezzo di protezione.
Grande centralità viene data all’utilizzo della mascherina FFP2 che, però, non deve essere usata per forza e in qualsiasi caso. Vediamo in quali occasioni viene citata.

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE DELLE VIE AEREE

Innanzitutto, il Datore di Lavoro, deve obbligatoriamente rendere disponibile a tutti i lavoratori la mascherina FFP2.
È necessario indossarla negli ambienti chiusi, nei quali l’aerazione non sia costante e sufficiente, e nelle postazioni di lavoro che non assicurino una distanza interpersonale di almeno un metro tra i lavoratori. Se due o più lavoratori si trovano nelle condizioni di lavorare per un tempo prolungato a stretto contatto (più di 5 minuti) è necessario adottare l’uso della FFP2.

SPAZI CONDIVISI

L’accesso alle aree comuni come mense, refettori, spogliatoi o aree ristoro, deve essere contingentato e deve essere assicurata, anche per mezzo degli stessi utilizzatori, una costante pulizia, oltre a un programma di sanificazione con una ditta specializzata. Nel caso di accesso contemporaneo nelle aree di più lavoratori, deve essere garantita la distanza interpersonale di almeno un metro, sempre in condizioni di sufficiente ricambio d’aria.
In caso di incontri, riunioni, formazioni, ecc, che vedano la contemporanea presenza di più persone in ambienti chiusi, viene reso obbligatorio l’uso della mascherina FFP2 per l’intera durata.

ACCESSO AI LUOGHI DI LAVORO

Gli orari di accesso e di uscita dai luoghi di lavoro devono essere, per quanto possibile, scaglionati e ancor meglio sarebbe identificare un percorso di sola entrata e uno di sola uscita.
Il Datore di Lavoro può disporre di monitorare la temperatura dei lavoratori all’ingresso del turno e, se rilevata a più di 37,5°C, non fare accedere la persona.

Rimani sempre aggiornato su tutte le novità normative su sicurezza e salute sul nostro sito medicawork.it e sui nostri social.

Contattaci

Compila il form per inviare una richiesta di informazioni.